Durante questo torrido agosto, uno spietato male ha portato via dalle linee di tiro il nostro amico Andrea Del Tomba.
Andrea aveva solo 58 anni, e noi tutti lo ricordiamo tra i tiratori della categoria Open Semi Auto nei nostri campionati di “Five at 200”.
La sua ultima apparizione in gara risale al trofeo Dick Trenk del 2016, dove, con il suo fedele DPMS Panther in cal. 308, colse il suo miglior risultato, giungendo secondo, con una rosata di 29,8 mm, alle spalle dell’amico fraterno Alessandro Caponeri, che con il suo stesso fucile vinse la gara e stabilì il record di categoria, con una rosata di 21,8 mm, la migliore mai fatta in Italia con un’arma semiautomatica.
La passione per le armi gli venne trasmessa dal padre cacciatore, che egli fin da bambino seguiva nelle battute di caccia al cinghiale.
La caccia divenne così la sua grande passione, insieme al tennis, sport che in gioventù lo vide impegnato ad altissimi livelli.
Negli ultimi anni, alla passione per la caccia si unì quella per il tiro di precisione con armi lunghe, che lo portò ad avvicinarsi alla nostra associazione ed a frequentare abitualmente il poligono di Testa di Lepre, dove tutti lo ricordano come persona sempre generosa, cordiale e disponibile.
Andrea lascia due figli, Alessandro, di 23 anni, e Giulia, di soli 8.
Noi lo ricorderemo sempre con affetto, come un “gigante” dai modi signorili, che si aggirava tra i banconi del poligono pronto ad ascoltare con modestia i consigli che gli arrivavano dai tiratori più esperti, e bravo nel metterli in pratica.
Siamo certi che anche ora continuerai a seguire con passione le nostre gare ed a fare sportivamente il tifo per gli amici-rivali di sempre.
Ci mancherai Andrea!