Seleziona una pagina
Long Range Italia a.s.d.

Long Range Italia a.s.d.

 

 LA BERETTA ENTRA NEL MONDO DEL LONG RANGE

 di Pierluigi Borgioni

In occasione del Gran Premio Fiocchi-Sabatti, disputatosi a Cerreto Sannita (BN) domenica scorsa, abbiamo avuto il piacere di fare la conoscenza dei ragazzi del Team BERETTA.

Vi chiederete, cosa ci sarà mai di strano che la Beretta, uno tra i maggiori fabbricanti al mondo di armi, nonché proprietaria dei marchi Sako, Tikka e Victrix, ben noti nel settore del tiro di precisione con carabine di grosso calibro,  abbia deciso di avere un proprio team che si cimenti nelle gare di tiro sulle lunghe distanze?

Ed in effetti non ci sarebbe niente di strano; peccato però che alla holding BERETTA spa, di avere una propria rappresentativa nel mondo del tiro con le carabine non sia mai importato nulla!

Daniele Bonfanti, Giordano e Davide Radici, invece, sono scesi dalla loro Brianza fino a Cerreto Sannita, per dare lustro, con le loro ottime prestazioni (ricordiamo che Giordano Radici ha vinto la categoria Production e si è piazzato 6° al G.P.F.S, Daniele Bonfanti è giunto 2° in categoria Production, mentre Davide Radici ha ottenuto un buon 4° posto nella Production) all’azienda che li sponsorizza, ovvero la Salumi BERETTA.

Frequento il mondo del tiro da ormai oltre 30 anni, ma sinceramente faccio fatica a ricordare nomi di aziende che abbiano voluto legare il loro brand ad una disciplina sportiva non olimpica che prevede l’uso di armi.

Tanto di cappello, quindi, all’industria alimentare brianzola, che ha scelto di sponsorizzare i simpatici tiratori lombardi, mandandoli fino in Campania a pubblicizzare il marchio di un produttore che non avrebbe certo bisogno di farsi conoscere più di quanto già non lo sia.

Per chi, come me, ha sempre sostenuto l’importanza di sdoganare il nostro ambiente dal suo troppo ristretto ambito, è stata una grande soddisfazione vedere il marchio Beretta su un campo di tiro, che non fosse il solito gardonese.

 

Facciamo tanti auguri, quindi, al neonato Team Beretta, perché possa rimanere a lungo insieme a noi e possa raccogliere i successi che i suoi tiratori hanno dimostrato di meritare con le loro prestazioni.

Vogliamo anche augurarci che quello della Salumi Beretta sia un esempio che altre aziende non del settore armiero possano in futuro seguire, non tanto per portare risorse economiche nel nostro settore, ma per cominciare finalmente a far capire all’opinione pubblica che quelli che usano armi da fuoco sono sportivi come tutti gli altri e non dei pazzi esaltati da cui ben guardarsi.

La nostra disciplina, purtroppo, non può offrire la visibilità mediatica e la spettacolarità di altri sport, ma chi la pratica sa bene che si tratta di un’attività che richiede una grande preparazione tecnica, unita ad una capacità di concentrazione estrema, che non lascia spazio alla tensione ed all’emozione.

Dietro una grande prestazione nel tiro sulle lunghe distanze ci sono intensi allenamenti, centinaia di ore passate davanti al bancone a cercare nuove ricariche, tante gare sulle spalle per accumulare esperienza e trovare la capacità di gestire lo stress e, non ultimo, un fisico atletico che consenta di sopportare una posizione tutt’altro che comoda.

Questo, solo per dire che noi tiratori siamo sportivi come tutti gli altri e che meritiamo la stessa considerazione, anche da parte di chi non appartiene al settore delle armi.

Ragione in più per dire un sincero Grazie alla Salumi Beretta, per la considerazione prestata al nostro sport ed il sostegno offerto a Daniele, Giordano e Davide.