Long Range Italia a.s.d.

Long Range Italia a.s.d.

 

Cari amici, per tutti coloro che vorranno farci compagnia in occasione della prima gara organizzata dalla nostra associazione per questo 2017,  vogliamo informarvi che, grazie al generoso sostegno da sempre garantito dall’armeria Dragone di Roma, il vincitore della stessa potrà portarsi a casa (in senso figurato, ovviamente, visto che il ritiro avverrà presso la suddetta armeria, sita in via Germanico), uno splendido fucile a pompa della HATSAN mod. DEFENDER, con canna da 14 pollici.
Il montepremi prevederà, inoltre, premi per i classificati fino al 5° posto, oltre al consueto premio ad estrazione tra tutti i partecipanti alla gara.
Vi aspettiamo numerosi per rivederci tutti dopo la lunga sosta.

 

 

Il Destino delle B7

Long Range Italia a.s.d.

Long Range Italia a.s.d.

 

Il Destino delle B7

Come molti di voi già sapranno, da diversi mesi la Commissione Europea si stava occupando di rivedere la Direttiva 477/91/Ce e la successiva 2008/51/Ce, al fine di limitare la circolazione delle famigerate carabine appartenenti alla categoria B7 (cioè quelle di derivazione o aspetto militare), sull’onda emotiva degli attacchi terroristici compiuti con fucili d’assalto.

Dopo una lunga serie di riunioni, finalmente, nella seduta tenutasi martedì scorso, è stato approvato un testo definitivo (che vi alleghiamo, per chi fosse curioso di leggerlo); come potete vedere (sempre se avete voglia e tempo di leggerlo), in questa risoluzione si parla di tutto lo scibile in materia di armi, mentre quelle che avrebbero dovuto costituire il continue reading…

Polemiche no grazie.

Long Range Italia a.s.d.

Long Range Italia a.s.d.

 

POLEMICHE: NO GRAZIE!
Cari amici,
tutti aspettavate con entusiasmo la ripresa delle attività agonistiche della Long Range Italia, ma appena abbiamo deciso di riprendere a sparare, e lo abbiamo voluto fare con una tipologia di gara che mai avevamo proposto in passato, eccovi subito pronti a lanciarvi in furiose polemiche!
Quella che vi abbiamo proposto per domenica 2 aprile è una gara di Tri-Gun, ovvero da farsi con 3 diverse tipologie di armi ed il cui esito finale sarà determinato dalla somma dei punti realizzati nelle tre diverse specialità.
E’ una competizione che premierà il tiratore più completo, quello cioè che non eccelle in una singola specialità, ma che saprà farsi valere in tutte e tre.
Prima di stilare la versione definitiva del regolamento, avevo pensato anch’io di impedire la partecipazione alle carabine custom o con calibri da bench rest; poi, però, riflettendoci bene, mi sono convinto che era una inutile limitazione, e vi spiego il perché.
Nella gara di carabina si possono fare al massimo 110 punti (10 colpi sul 10 + 10 mouche), mentre le gare con la pistola e con il fucile a pompa assegnano 30 punti massimi ciascuna. Quindi, i punti in palio totali sono 170. Ora, l’esperienza pregressa nella categoria Tactical, ci ha insegnato che qualsiasi carabina di questa categoria è in grado di fare 100 punti con, in media, 2/3 mouche; sicuramente potrà fare qual cosina meglio una qualsiasi carabina di categoria Open (ipotizziamo 100 punti con 4/5 mouche). Pertanto, se un tiratore fosse un vero fenomeno e con una carabina custom cal. 6 PPC, riuscisse a fare 100/100 con 10 mouche (ma senza rest che blocca l’astina ed appoggio posteriore sfido chiunque a riuscirci!), potrebbe avere un vantaggio teorico di circa 5 punti.
Poi, però, ci sarebbero altri 60 punti da assegnare, per cui, quell’ipotetico vantaggio potrebbe facilmente essere vanificato dalle prestazioni nelle altre due competizioni.
Ed inoltre, se dovessimo introdurre delle limitazioni alle carabine, la stessa cosa si dovrebbe fare anche per le pistole ed i fucili a pompa: chi dovesse affrontare la gara con una Glock 17 o un Beretta 98FS sarebbe svantaggiato nei confronti di chi gareggiasse con una pistola categoria Standard di tiro dinamico ben preparata, così come chi usasse un pompa nudo e crudo con altri elaborati da gara.
Sinceramente ho ritenuto che prevedere limitazioni avrebbe generato più discussioni che non metterne; non è facile distinguere una pistola preparata da una production, la polemica sulle carabine custom è sempre viva, e definire i calibri bench rest è sempre difficile,
Ciò premesso, considerando che è una gara di un solo giorno, fatta solo per divertirci e togliere i ragni dalle canne dopo un lungo periodo di inattività, ho ritenuto che tutto sommato sarebbe stato meglio lasciare spazio al maggior numero di armi possibile, senza imporre limitazioni troppo restrittive.
Se sposate la nostra stessa filosofia, vi aspettiamo a braccia aperte per divertirci insieme; se invece ritenete che sia un regolamento del piffero, allora prendetevela con me e restate a casa a vedere le partite di calcio in TV.
Io vi ho spiegato la logica del mio ragionamento, consapevole che non potrà essere condiviso da tutti, ma spero che almeno possa essere apprezzata l’onestà intellettuale.
Dr. Pierluigi Borgioni, Presidente ad interim della Long Range Italia asd.

Three Gun Match Fun

Long Range Italia a.s.d.

Long Range Italia a.s.d.

 

Three Gun Match Fun

Gara di tiro (di precisione e rapido) con 3 diverse tipologie di armi (pistola – fucile a pompa – carabina) su distanze variabili dai 10 ai 200 m, in programma presso il campo di tiro di Testa di Lepre – Fiumicino (RM), Domenica 2 aprile 2017.        

Programma di gara: inizio tiri ore 09,00, termine ore 17,00.

Armi ammesse: Pistole e revolver di qualsiasi calibro, purchè munite di mire metalliche; Fucili cal. 12 con funzionamento “a pompa”, con qualsiasi tipo di sistema di mira (munizionamento libero); Carabine di qualsiasi tipo e calibro, con ottiche ad ingrandimenti liberi. Per coloro che non disponessero di una o più armi, l’organizzazione metterà gratuitamente a disposizione le seguenti armi: Pistola Tanfoglio Stock in cal. 9×21 – Fucile Fabarm STR12 con puntamento olografico – Carabina Sabatti Tactical S, cal. 223 Remington con canna multi radiale, dotata di ottica Swarovski (chi volesse usare le armi dell’organizzazione dovrebbe però portarsi le proprie munizioni o ordinarle preventivamente). Sarà consentito l’uso di rest (ma senza blocco dell’astina), bipiedi di qualsiasi tipo e sacchetti forniti dal poligono.

Regolamento

La gara si articola su 3 prove distinte, due a tempo (quelle con pistola e fucile a pompa) ed una di precisione, a 200 m con la carabina. Per ogni gara verrà attribuito un punteggio; la classifica finale sarà data dalla somma dei 3 punteggi.

Esercizio 1:             si parte con la pistola in condition one (colpo in canna e sicura inserita) poggiata su un tavolo antistante il tiratore. Il tiratore assumerà la posizione di attesa con le mani sulla nuca. Al segnale acustico, impugnerà la pistola e cercherà di abbattere le 5 sagome metalliche presenti sul campo nel minor tempo possibile.

Esercizio 2:          si parte con il fucile in condition one (colpo in canna e sicura inserita) poggiato su un tavolo antistante il tiratore. Il tiratore assumerà la posizione di attesa seduto su una sedia distante circa 3 m dal tavolo. Al segnale acustico, correrà verso il tavolo ed impugnato il fucile, cercherà di abbattere le 5 sagome reattive presenti sul campo nel minor tempo possibile.

Esercizio 3:           in 12 minuti di tempo, il tiratore dovrà ingaggiare con due colpi ciascuno i 5 barilotti del bersaglio Tactical; per ogni mouche realizzata si vedrà assegnato un punto aggiuntivo. In questo tempo si potranno anche sparare i colpi di taratura nel barilotto di prova. Il risultato sarà dato dalla somma dei punti realizzati in ognuna delle 3 prove; nelle prove a tempo, il vincitore prenderà 30 punti, 28 il 2°, 26 il 3°, poi a scalare di un punto fino al 28° classificato; nella prova di precisione, al tiratore verranno assegnati i punti totalizzati sui barilotti sommati al numero di mouche realizzate. In caso di parità di punti, si darà prevalenza al tiratore che avrà realizzato il tempo migliore con il fucile a pompa. A chi non riuscisse a completare un esercizio a tempo per problemi di qualsiasi natura non dipendenti dall’organizzazione (rottura dell’arma o esaurimento cartucce), alla prova verrà attribuito un tempo di 3 minuti.

N.B. in questi esercizi sarà obbligatorio anche l’uso di occhiali di protezione.

Numero prove: ciascun tiratore, potrà effettuare un numero massimo di 10 prove per ogni esercizio (gara + 9 rientri), ma andrà in classifica solo con la sua prestazione migliore.

Costo dell’iscrizione: 25 Euro per una prova completa (ovvero i 3 esercizi). Ogni rientro in una qualsiasi delle 3 prove avrà un costo di 5 Euro.

Premiazioni: verranno premiati i primi 5 classificati. 

per la versione da stampa ( da divulgare ) 

 

 

© 2017 Long Range Italia a.s.d. Edited by Sfxmultimedia